Supporto Tecnico nel mese di Agosto

Gentile cliente,
la informiamo che gli uffici Harpaceas resteranno chiusi per le ferie estive

dal 10 al 21 Agosto

Anche il nostro servizio di supporto tecnico e assistenza sarà sospeso nello stesso periodo.
Tutte le richieste che ci preverranno in questo periodo, verranno prese in carico alla riapertura dei nostri uffici che avverrà lunedì 24 Agosto.

Con l’occasione le auguriamo buone vacanze

ALLPLAN 2016: THE WAY BIM WORKS

Allplan 2016E’ arrivato Allplan 2016, la nuova versione del software di progettazione architettonica, da 30 anni leader di mercato.
Moltissime le novità introdotte, tra le quali il potentissimo motore di modellazione Parasolid di Siemens e il nuovo strumento di navigazione degli oggetti.
L’integrazione in Allplan Architecture 2016 del motore di modellazione Siemens Parasolid, leader a livello mondiale, offre agli utenti un’ampia libertà di progettazione e la massima precisione nella creazione e nella modifica di solidi 3D. Grazie alla maggiore precisione nel modello 3D, migliora anche la qualità della progettazione.
Il nuovo Object Navigator di Allplan 2016 garantisce una visualizzazione chiara e completa di tutti i componenti del modello di edificio, con uno specifico controllo della visibilità per gli elementi e per i gruppi di elementi, oltre a opzioni intuitive per modificare le informazioni selezionate relative ad ogni elemento. Il progettista ha quindi sempre a disposizione una visione d’insieme, particolarmente utile nel caso di edifici complessi.
– Massimo supporto con i progetti BIM
– Massima flessibilità nell’ambito della modellazione 3D
– Flussi di lavoro efficienti e intuitivi

Allplan 2016 è la soluzione ideale per i tuoi progetti. Il successo ha nuove dimensioni, il BIM è la tua lingua.

> Guarda in anteprima il filmato di Allplan 2016

Il BIM in Europa: aggiornamenti

bim francia germania spagna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il BIM si sta diffondendo a livello europeo. Con questo appuntamento vi aggiorniamo sulle più recenti iniziative riguardanti Francia, Germania e Spagna.

Francia

Nel maggio 2014 viene definita la “Numérique et Bâtiment” nell’ambito del “Plan de la relance de la construction”, a cura del Ministre de l’égalité des territoires, du logement et de la ruralité. Obiettivi principali di questo piano sono: costruire e ristrutturare di più e meglio le abitazioni, il rispetto ambientale e la riduzione dei costi.

Con il “Plan de la relance de la constructionsi invita lo Stato ad investire nel BIM sia attivando una serie di concertazioni tra le parti produttive del Paese, sia per generare un “effetto a catena” che permetta di sviluppare l’uso del BIM a larga scala.

Il Ministero degli Alloggi, della parità tra i territori e della ruralità, sta lavorando ad un documento che si pensa permetterà a partire dal 2017 di utilizzare il BIM nella filiera delle costruzioni.

Germania

La situazione del settore delle costruzioni in Germania è piuttosto frammentata e atipica rispetto ad altri paesi europei. Solo a metà 2014 si è deciso di pianificare un approccio del settore al metodo BIM attraverso una serie di progetti pilota e sperimentazioni. Risulta ancora complesso capire come riuscire a coinvolgere in modo coordinato le PMI, Regioni e associazioni professionali (che richiedono un approccio graduale). Per raggiungere in tempi ragionevoli gli obiettivi previsti è stata istituita una task force riconosciuta dallo Stato Federale, la Reformkommission Bau von Großprojekten costituita dai principali enti ed attori coinvolti nel mondo delle costruzioni ed infrastrutture.

Il 29 giugno 2015 la Commissione ha deliberato il “Final report of the Major Projects Reform Commission” che indica un “piano di azione in 10 punti”. Il primo di questi punti definisce prioritario l’uso del BIM.

Spagna

Nell’ambito del convegno EUBIM 2013, primo congresso in territorio spagnolo dedicato al BIM e le Costruzioni, tenutosi nel marzo 2013 a Valencia, si è aperta ufficialmente l’era del BIM per la penisola iberica. Con la sigla uBIM, sono stati avviati i lavori per realizzare una guida BIM in castigliano (rese disponibili l’anno successivo). Essenzialmente si tratta di un adattamento delle COBIM 2012 finlandesi agli standard e alle normative vigenti in Spagna.

A seguito delle attività di questi anni svolti dal capitolo spagnolo di BuildingSMART il 15 luglio 2015 il Ministerio de Fomento ha istituito una Commissione BIM nazionale che ha come obiettivo principale la diffusione e uso del BIM in Spagna. Il tutto verrà favorito attraverso progetti pilota, bandi pubblici BIM e coinvolgimento delle principali imprese nazionali.

 

Harpaceas augura buone vacanze a tutti e vi ricorda che i nostri uffici saranno chiusi da lunedi’ 10 a venerdi’ 21 agosto compresi.

sun

E’ uscita la nuova versione Xfinest 2015!

XfineSt2015Harpaceas è lieta di presentarvi la nuova versione 2015 del solutore ad elementi finiti Xfinest. Anche quest’anno il software Xfinest è ricco di novità. Citiamo ad esempio gli sviluppi relativi all’ottimizzazione dei tempi di lavoro. Negli anni scorsi gli sviluppatori hanno ridotto notevolmente i tempi di calcolo grazie all’utilizzo del multi-processore e della tecnologia a 64 bit. Ora, questo sviluppo procede, grazie allo sfruttamento del multi-processore anche in fase di stress recovery, cioè di recupero dei risultati e scrittura dei file di output. Da test effettuati su modelli ad un numero crescente di elementi (da 1000 a 20000) su analisi statiche e dinamiche, si è osservata una riduzione con punte del 15% in termini di tempo.
Vi auguriamo, quindi, un buon lavoro con Xfinest 2015!

> Richiedi maggiori informazioni su Xfinest 2015

Aspetti progettuali e costruttivi di edifici alti con Midas Gen: Torre Allianz “Isozaki” – CityLife, Milano

IsozakiAutori: Franco Mola, Elena Mola, Georgios Stefopoulos, Laura Maria Pellegrini (Studio ECSD Engineering di Milano)

Scritto a quattro mani dal prestigioso studio ECSD Engineering di Milano, questo articolo offre una panoramica completa e approfondita sulla progettazione strutturale di edifici alti.

Generalità
La Torre Allianz è un edificio di grande altezza, costituente uno dei componenti caratterizzanti la fisionomia architettonica del complesso Citylife di cui è fattore primario nella definizione del nuovo scenario paesaggistico della città. La Torre Allianz, progettata dall’architetto A. Isozaki, insieme alle altre due torri progettate dagli architetti Z. Hadid e D. Libeskind, forma il cosiddetto nucleo “Tre Torri”, centro generatore dell’intero complesso edilizio-urbanistico Citylife, la cui presenza nel futuro scenario della città di Milano è già stata intuita nella sua completa, determinante funzione, sì da assegnare la denominazione di “Tre Torri” alla fermata della Linea 5 della Metropolitana, dedicata al servizio del complesso. Le tre torri hanno altezza rispettiva di 202,2 m (Isozaki), 170 m (Hadid) e circa 160 m (Libeskind), cosicché la prima si pone quale edificio di maggiore altezza in Milano e condivide la caratteristica di edificio di maggiore altezza dell’intero Paese con la Torre Nuovi Uffici della Regione Piemonte in Torino, la cui altezza è pari a 207 m. Il progetto generale del complesso Citylife si estende su una superficie di 366.000 m2 e comprende, oltre alle tre torri, edifici di edilizia residenziale e commerciale. Le prime due torri ospiteranno gli uffici delle società di assicurazioni Allianz S.p.A e Generali S.p.A, mentre per la terza è previsto un utilizzo misto, uffici, albergo, abitazioni. Allo stato attuale la torre Allianz è completamente terminata, la Torre Hadid è in fase di costruzione e la Torre Libeskind è in fase di progettazione. Continua… 

ModeSt Model Competition

ModeStModelCompetitionGrande successo di partecipazione il 18 Giugno scorso, per la Giornata del Cliente ModeSt 2015, l’annuale appuntamento organizzato da Harpaceas, per tutti i clienti italiani del software ModeSt. Durante l’incontro sono state illustrate tutte le novità del software, direttamente dallo staff di Tecnisoft, software house produttrice di ModeSt. Novità di quest’anno il 1° ModeSt Model Competition. Per la prima volta molti clienti hanno preso parte al contest che intende premiare i migliori modelli realizzati con l’utilizzo di ModeSt.
> Guarda tutti i vincitori del concorso e le interessanti strutture elaborate e analizzate con ModeSt.

Condivisione e Contenuti per Tekla Structures

TeklaWhouse e ModelSharingCon la nuova versione Tekla Structures 21 sono stati introdotti due nuovi servizi: Tekla Warehouse e Tekla Model Sharing.

Tekla Warehouse è il servizio per la collaborazione, memorizzazione e condivisione di risorse Tekla Structures. Consente l’accesso centralizzato ad un vasto catalogo risorse ufficiali Tekla, organizzato in collezioni, con la possibilità di inserirli nei propri modelli Tekla Structures.
Con Tekla Warehouse è possibile:

  • Pubblicare le risorse online.
  • Utilizzare la rete dell’azienda o un servizio commerciale di memorizzazione e di sincronizzazione file per condividere il catalogo risorse.
  • Salvare le risorse localmente per l’uso privato.

Tekla Model Sharing consente la modellazione collaborativa globale efficiente all’interno di un modello Tekla Structures, permettendo agli utenti di lavorare con lo stesso modello nello stesso momento in luoghi e fusi orari diversi. Ad esempio, un team di utenti Tekla Model Sharing può lavorare a New York, uno a Londra e uno a Singapore.
Con Tekla Model Sharing è possibile

  • Invitare altri utenti ai propri modelli condivisi
  • Partecipare ai modelli condivisi di un’altra persona
  • Condividere le modifiche al modello

> Scopri queste nuove importanti opportunità

Aconex: project collaboration e BIM

AconexLa piattaforma cloud numero 1, connette i team dei più grandi progetti mondiali.
Aconex è la piattaforma collaborativa on-line per progetti di edilizia, infrastrutture, energia e materie prime più utilizzata al mondo. E’ stato utilizzato per gestire progetti per un valore di 800 miliardi di dollari in 70 paesi.
Aconex consente a proprietari, contraenti, direzione dei lavori, EPC, project manager e consulenti di collaborare in tutta sicurezza, in modo efficiente e agevole.
Recentemente disponibile anche nel portfolio prodotti di Harpaceas, grazie alla recente partnership con la nostra azienda e con in2it, i nostri partner nell’implementazione del BIM.
La piattaforma, prodotta dalla omonima software house australiana, è anche Connected BIM, per la condivisione, la visualizzazione, il coordinamento, la revisione, direttamente da un browser web dei modelli condivisi in formato IFC. I vantaggi della collaborazione BIM sono molti, tra cui una serie completa di informazioni collegate sulla consegna e una verifica di tutte le decisioni, senza l’onere di un software specializzato.

> Scopri tutti i vantaggi di Aconex, la soluzione cloud per tutto il progetto.

Scuola F.lli Pesenti e Politecnico di Milano annunciano il Master in formazione di BIM Manager

Il Master di I e II livello della Scuola Master Pesenti del Politecnico di Milano per la formazione di BIM Manager arriva alla seconda edizione.

Dopo il successo della prima edizione (Marzo 2015), con oltre trenta studenti iscritti al master, la Scuola Master Pesenti del Politecnico di Milano apre le iscrizioni per la seconda edizione (Marzo 2016) sempre in collaborazione con in2it, Harpaceas ed Autodesk.

La metodologia BIM sta entrando sempre di più nelle riflessioni strategiche ed operative di tutti i principali operatori della filiera: progettazione integrata, costruzione, gestione di interferenze, non-conformità e clash progettuali, validazione di progetti per la verifica di conformità e coerenze, gestione e manutenzione… tutti questi processi verranno ridisegnati completamente dalla rivoluzione digitale che sta alla base del BIM. Le nuove tecnologie, i nuovi software, l’Internet delle cose (IoT), la project collaboration e il cantiere 2.0 richiedono una profonda conoscenze delle due industrie (filiera immobiliare e filiera ICT) oltre a capacità di gestione integrata della commessa.
La formazione da BIM Manager impone competenze multidisciplinari: un excursus sulla normativa, il trattamento dei dati, le competenze di project e change management, l’utilizzo professionale del software, la capacità di creare modelli unici. Durante le lezioni del Master Pesenti si alterneranno docenti universitari e professionisti specializzati nelle tante tematiche gestionali richieste e saranno illustrati alcuni software di largo impiego, le loro funzionalità e gli ambiti di applicazione.
Il percorso formativo è focalizzato sulla formazione dei BIM Manager, professionisti capaci di coordinare e gestire le procedure e le applicazioni per la progettazione integrata, richiesta ormai non solo per i progetti più ambiziosi, ma anche nei progetti per le opere pubbliche

Per maggiori informazioni sul programma del Master consulta i seguenti link:
Master di I livello
Master di II livello

italcemnti