Digitalizzazione e Appalti: al via la consultazione pubblica sulla modellazione informativa – obbligatoria dal 2019

governo-italiano-logo-vector-400x198-300x148Terminati i lavori della Commissione istituita dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti (MIT) presieduta da Pietro Baratono, Provveditore alle opere Pubbliche di Lombardia ed Emilia Romagna, è da oggi in Consultazione pubblica on line il decreto attuativo del MIT, frutto dei lavori della Commissione, come previsto dall’articolo 23 comma 13 del nuovo Codice Appalti (d.lgs. 50/2016). Il decreto dovrà definire le modalità e i tempi per la progressiva introduzione dell’obbligatorietà della digitalizzazione sia per le amministrazioni che per le imprese.

Come è noto il Nuovo Codice degli Appalti ha introdotto, una serie di novità tra cui l’obbligatorietà di metodi e strumenti elettronici specifici, quali quelli di modellazione per l’edilizia e le infrastrutture (BIM), da utilizzarsi nella fase di progettazione.

Una scelta dettata dalla necessità di razionalizzare le attività di progettazione e le connesse verifiche, andando a migliorare e snellire tutti quei processi che fino ad oggi hanno influito su tempi e sui modi di partecipazione agli appalti.

Prima della stesura del decreto attuativo nella sua versione definitiva, il MIT intende allargare il ventaglio dei soggetti coinvolti nel processo partecipativo, avviando una consultazione online sulla proposta al fine di raccogliere tutti i contributi di chi quotidianamente è coinvolto nell’utilizzo dei metodi e degli strumenti elettronici specifici di modellazione per l’edilizia e le infrastrutture.

La Consultazione, disponibile dal 19 giugno 2017 al 3 luglio 2017, è raggiungibile on line alla pagina http://commenta.formez.it/ch/CodiceAppalti. I risultati saranno presi in considerazione dal MIT nella stesura del documento definitivo del decreto.

La modellazione elettronica è un cambio di paradigma nel comparto Costruzioni consentirà inoltre di razionalizzare la spesa per investimenti, internazionalizzare progettisti ed imprese e contribuirà a rendere efficiente e trasparente il settore

Analisi del comportamento di una paratia in diaframmi in area impiantistica

rpa 1080x800La paratia in diaframmi di interesse rientra nell’ambito delle opere di preparazione di un sito destinato ad accogliere un’area impiantistica presso la quale verrà eseguito il pretrattamento di petrolio e metano.

L’elevata inerzia strutturale garantita dalla tecnologia di realizzazione consente di ottemperare alle soggezioni di ingombro e di non ricorrere all’intirantatura dell’opera, limitando in particolare le interferenze con le strutture impiantistiche che si affacciano sul perimetro dello scavo, postume all’esecuzione del diaframma.

Grazie al motore di calcolo non lineare Paratie Plus è stato possibile cogliere i seguenti aspetti, la cui introduzione ha a sua volta consentito di incrementare il grado di affidabilità dei risultati, rendendoli estremamente aderenti alla realtà:..Scarica la case study

Parti con il BIM (per il MEP)… Oggi!

csm_Penta-Mensonides-Project-Havenhus_409b64ee7cIl BIM per ottimizzare la progettazione e la costruzione, riducendo al minimo i costi di errore, riducendo i costi di costruzione, riducendo i tempi di costruzione con l’utilizzo ottimale dei dati – dalla progettazione e costruzione alla fase operativa. Sempre più aziende nel settore delle costruzioni stanno scoprendo i vantaggi di BIM e provano a fare la transizione verso il nuovo modo di gestione del progetto. Questo non è solo perché i clienti lo richiedono, ma anche perché le aziende stesse desiderano andare avanti. Nel caso del progettista MEP Mensonides di Harlingen (NL), questo è certamente vero: sono passati da un approccio tradizionale di elaborati 2D all’uso di DDS-CAD nel febbraio 2016. “Non solo perché abbiamo intercettato l’opportunità di un progetto BIM, ma anche perché crediamo che il BIM sia il futuro e vogliamo essere preparati per questo“, dice l’ingegnere Jan de Vries. “Stiamo cercando una soluzione che supporti sia 3D che BIM, che venga continuamente sviluppata e che includa anche calcoli integrati. Abbiamo trovato tutto questo in DDS-CAD“. Scopri il progetto (in Inglese)

DDS-CAD: la video playlist delle funzioni base

ddsIn questa serie di video vi introdurremo alle funzioni base di DDS-CAD, il software BIM per la progettazione impiantistica MEP.  Con DDS-CAD potrai progettare, in modalità BIM, impianti idraulici, di riscaldamento, di ventilazione (aria condizionata) e impianti elettrici.

DDS-CAD è un software OPEN BIM e consente di scambiare modelli tridimensionali con tutti i maggiori software BIM di progettazione presenti sul mercato. La gamma di funzioni include anche la documentazione di progetto e la distinta delle parti.

Guarda i video! Vi consigliamo di visualizzare i video in sequenza.

Midas Civil 2017 v. 21: l’ottimizzazione della procedura di verifica delle sezioni di tipo PSC Composite Girder

Continuano le novità della nuova versione Midas Civil 2017 V21, tra le quali: l’ottimizzazione della procedura di verifica delle sezioni di tipo PSC Composite Girder.

Prima di tutto è ora possibile verificare l’ammissibilità del taglio agente all’interfaccia tra diversi getti di calcestruzzo per mezzo delle indicazioni del par. 6.2.5 dell’Eurocode 2-2:05 (si veda immagine seguente).

1

 

Nella versione precedente il fattore beta era considerato unitario a favore di sicurezza sia per momento positivo sia negativo. Ora, il fattore beta è calcolato come il rapporto tra la forza longitudinale nella soletta e la forza totale nella zona compressa per momento positivo; è calcolato inoltre come il rapporto tra la forza longitudinale nel rinforzo e quella totale nella zona tesa per momento negativo.

Per chi volesse effettuare una progettazione maggiormente conservativa, è comunque possibile continuare a selezionare il valore unitario (si veda immagine seguente, dove è anche possibile visionarne il report).

2

Con la nuova versione Midas Civil V21 è anche possibile visionare in modo dettagliato i passaggi per la verifica tensionale nei cavi e nel calcestruzzo generando il report in formato Excel (si veda immagine seguente). Nella versione precedente erano riportati solo i risultati finali di questa verifica.

3

Infine, in accordo alla clausola 7.3.2 (4) dell’EN 1992-1-1 (si veda immagine seguente) è stato introdotto il controllo sull’armatura minima, nel caso questa possa essere omessa.

4

Anche in questo caso Midas Civil fornisce un report di dettaglio (si veda immagine seguente):

5

Influenza del sottosuolo sul comportamento dinamico del campanile del Carmine a Napoli

flacFilomena de Silva, Francesco Silvestri – Università di Napoli Federico II

Francesca Ceroni, Stefania Sica, Maria Rosaria Pecce – Università del Sannio

L’articolo descrive l’identificazione dinamica del campanile del Carmine a Napoli, effettuata attraverso analisi dinamiche su un modello tridimensionale del sistema terreno – fondazione – struttura, tarato sui risultati di dettagliate indagini in situ. Sono stati riconosciuti fenomeni di risonanza tra la frequenza fondamentale del terreno e la seconda frequenza di vibrazione della struttura che ne condizionano il comportamento dinamico.

L’identificazione dinamica del sistema terreno campanile è stata effettuata attraverso analisi dinamiche, condotte con il programma FLAC 3D, della software house americana Itasca, su un modello tridimensionale della torre e della sua fondazione poggiante sulla stratigrafia di sito.. Scarica l’articolo

Seminario: Solibri Model Checker e UNI 11337: 2017 – Le norme UNI sul BIM e la loro applicazione

solibri-renderingLa norma UNI 11337:2017 sul BIM è approvata. Scaturita da un tavolo di lavoro, costituito presso UNI e composto da soggetti pubblici e privati, tra i quali Harpaceas, ha lo scopo di fornire al comparto edilizio italiano un quadro di riferimento in tema di gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni, pari alle famose PAS inglesi. Una norma che fornisce gli strumenti operativi per una commessa BIM, dopo l’approvazione del Nuovo Codice Appalti, in cui il BIM viene introdotto come metodo per la gestione degli appalti pubblici. Con la nuova UNI 11337:2017, l’Italia si dota di regole condivise per operare nel mercato delle costruzioni e partecipare attivamente, per la prima volta in materia BIM, alla scrittura delle nuove regole comunitarie ed internazionali.

Solibri Model Checker, grazie alle sue funzionalità che lo rendono unico sul mercato, è l’unico software al mondo che può svolgere l’analisi delle interferenze (clash detection) e l’analisi delle incoerenze (model e code checking) in accordo con la nuova normativa UNI 11337: 2017 sul BIM.

Il seminario ha lo scopo di analizzare la nuova norma UNI 11337:2017 con particolare riferimento al tema del Coordinamento dei modelli BIM con l’utilizzo di Solibri Model Checker, l’unico software sul mercato che è in grado di analizzare in modo automatico la qualità dei modelli e la loro rispondenza a specifiche normative.

Scopri l’agenda e iscriviti

ModeSt Model Competition

IMG_0943Durante la Gionata del Cliente ModeSt si è svolto il contest ModeSt Model Competition che ha visto la premiazione dei migliori modelli di analisi realizzati con l’utilizzo di ModeSt dai clienti Harpaceas.

I vincitori si sono aggiudicati la pubblicazione del progetto sul nostro sito e la realizzazione di una case study individuale.

Tra i molti i modelli partecipanti, sono stati selezionati 7 “secondi posti” a pari merito, 3 vincitori ex-equo ed è stato citato 1 “modello speciale”.

Guarda tutti i progetti vincitori del ModeSt Model Competition

I primi tre classificati

Studio Boldrighini Urbano (LC) – Realizzazione del casello autostradale di Groppello-Cairoli (PV), Autostrade Milano Serravalle A7

Studio Brenna Alessandro (MB) – Validazione ed adeguamento del progetto esecutivo di un edificio multipiano, di 5 piani, in Montenegro

Progetti integrati di Ingegneria (MO) – Progetto di riparazione del danno e miglioramento sismico di un edificio del 1660 vincolato dai beni culturali (MO)

Il “Modello Speciale”

Studio Gatti Eugenio (MB) – Manutenzione straordinaria copertura di una sede della Banca Popolare di Milano (MI)

Milano, 13 giugno 2017: grande successo per la Giornata del Cliente ModeSt

IMG_0894Il tradizionale appuntamento, organizzato da Harpaceas, per tutti i clienti del software ModeSt, all’interno del quale è avvenuta la premiazione del ModeSt Model Competition 2017.

L’edizione di quest’anno, è stata ricca di novità tecniche e non solo. L’incontro è stato aperto da un approfondito intervento sulle novità del software ModeSt curato dal personale della casa madre toscana Tecnisoft, per proseguire con una relazione sulle nuove NTC e i riflessi sullo sviluppo del software.

Sisma Bonus e Certificato di Idoneità Statica (CIS), due temi di strettissima attualità, sono stati fulcro di due interventi molto apprezzati dal pubblico. Il CIS è stato il tema del primo intervento tenuto da un cliente Harpaceas, ovvero dall’Ing. Mordà di Torino che ha dimostrato come uno strumento come ModeSt sia pronto per affrontare questo tipo di analisi, che oggi rappresentano un’importante opportunità per tutti i progettisti del settore.  La valutazione della vulnerabilità sismica analizzata con ModeSt è stato l’oggetto di un intervento curato dallo studio Morosetti – Barchiesi di Jesi (Ancona), il secondo intervento tenuto da un cliente.

L’evento è stato arricchito anche dal ModeSt Model Competition, il concorso aperto a tutti gli utenti ModeSt, che ha visto la premiazione dei migliori modelli realizzati da clienti con l’utilizzo del software.

Anche quest’anno i clienti sono stati i protagonisti della Giornata del Cliente ModeSt che si conferma, ancora una volta, un appuntamento imperdibile per gli utilizzatori del software.

Allplan Tips&Tricks – Modifica dei tetti

allplanOgni elemento del modello BIM è importante. Particolare attenzione merita l’oggetto Tetto che molto spesso presenta geometria molto complesse.
Allplan gestisce questo oggetto BIM in modo semplice e intuitivo. La creazione avviene con funzioni specifiche che permettono di disegnare in modo automatico tutte le geometrie e tipologie di copertura desiderate.
Inoltre, con Allplan la modifica di questo oggetto normalmente complesso avviene con estrema semplicità, in modo tale da non porre limitazioni alla creatività del progettista.

Guarda il video