Studio della risposta di pali singoli e di gruppo con incastro in sommità sottoposti a carichi orizzontali

L’interazione suolo-struttura costituisce una parte importante dell’ingegneria civile, strutturale e geotecnica. Mentre il comportamento del sistema fondazione+sovrastruttura è piuttosto ben consolidato nei confronti dei carichi verticali, la stima della capacità laterale è ancora spesso un’incognita.

Lo stato dell’arte vede metodologie ben sviluppate basate su curve p-y in grado di prevedere con una buona precisione la risposta di pali singoli (ad esempio Naggar e Bentley, 2000). Inoltre, l’approccio delle curve p-y è già implementato in varie linee guida di progettazione (ad esempio, ASCE Guidelines, 1984). Gli effetti di gruppo sono tradizionalmente rappresentati da moltiplicatori di p (ad esempio Brown et al., 1988).

Nella tesi dell’Ing. Kasra Majdanishabestari, svolta presso il Politecnico di Milano (Rel. Prof. Roberto Paolucci) con stage presso la Ce.A.S. di Milano (co-relatore Ing. Bruno Becci), viene prima di tutto presentata una campagna numerica su pali in gruppo caricati lateralmente con testa incastrata e modello ibrido. Per mezzo del codice commerciale FLAC3D (modello al continuo) la risposta dei pali singoli viene accuratamente studiata e verificata considerando una varietà di diversi parametri geometrici e costitutivi. Come risultato, una raccolta di fattori di efficienza del gruppo viene assemblata sulla base dei risultati delle analisi numeriche. Quindi, viene proposto un metodo di progettazione semplice da applicare nella stima del fattore di efficienza del gruppo di fondazione, che si basa sull’estensione del metodo classico di Broms. I confronti dei fattori di efficienza del gruppo di base, calcolati attraverso mezzi teorici e numerici, mostrano un accordo ragionevolmente vicino. Infine, un corretto esempio riguardante l’applicazione del metodo semplificato proposto è implementato in un foglio di calcolo.

Per saperne di più scarica il Capitolo 6 della tesi (in inglese)

Studio della risposta sismica ed intervento di rinforzo di un serbatoio pensile

Dott. Ing. Pieralberto Pelizzari

Un aspetto professionalmente stimolante, nell’ambito dello studio della risposta sismica di manufatti esistenti, riguarda l’analisi delle infrastrutture a servizio dell’attività produttiva. All’interno di tale settore ricoprono un ruolo strategico i serbatoi che oltre a caratterizzarsi per la funzione che ricoprono all’interno dell’impianto, tipicamente stoccaggio/riserva e/o di carico idraulico, si differenziano per la tipologia costruttiva. In funzione delle caratteristiche del territorio e della funzione che ricoprono i serbatoi possono essere realizzati fuori terra o interrati. Il seguente articolo si pone l’obiettivo di approfondire le peculiarità e le criticità relative all’analisi numerica ed al rinforzo strutturale dei serbatoi pensili…

Scarica l’articolo

Quantm: il software di Trimble per lo studio dei tracciati, ora anche in Italia

Grazie all’accordo di rappresentanza esclusiva che Harpaceas ha stretto con Trimble, Quantm è ora disponibile per il mercato italiano.

Quantm è il software che supporta la committenza, il progettista o il consulente specialistico, nella fase di pianificazione ed ottimizzazione di nuovi tracciati stradali e/o ferroviari e nella fase di ridefinizione a partire da uno esistente.

Grazie a Quantm, sviluppato da Trimble nell’ambito del “continuum” infrastrutturale, è più semplice ed efficace studiare un numero anche molto elevato di alternative di tracciati ferroviari o stradali, oltre che ricercare quello ottimale, considerando vincoli di varia natura: geometrici, ambientali, orografici, ecc..

Quantm offre differenti algoritmi di ottimizzazione per tracciati con diversi livelli di dettaglio, dall’approccio “free to roam” all’ottimizzazione della sola livelletta.

La definizione del costo delle diverse ipotesi a progetto avviene attraverso molteplici parametri, consentendo così la scelta della soluzione più sostenibile da un punto di vista ambientale. I fasci di tracciati ottimizzati, estratti dal software, disponibili in LandXML, formato di interscambio neutro e non proprietario, possono essere importati nella maggior parte degli ambienti di modellazione BIM infrastrutturale.

Quantm è la soluzione ideale per l’attività di “corridor analysis” dei tracciati.

Scopri di più

Allplan Young

Il corso di qualificazione professionale sulla progettazione BIM con Allplan

Allplan Young* è un corso rivolto a giovani professionisti che si affacciano al mondo del lavoro, Architetti (max 30 anni) e Geometri (max 22 anni) possono frequentare le 5 lezioni on-line di 2 ore e un laboratorio finale in aula utilizzando una licenza di Allplan Architecture per tutta la durata del corso. Al termine un test finale di autovalutazione consentirà di ottenere il rilascio dell’attestato.

Allplan Young è gratuito!

Stay Tuned, la nuova edizione dopo l’estate

*Iniziativa riservata per le Province di Milano, Monza Brianza, Lodi e Pavia

How to get… Solibri

Che tu sia un nuovo utente di Solibri o che tu sia già un utente esperto di Solibri Model Checker, questo breve video ti spiega come scaricare la versione trial della nuova “Solibri Product Family”. La nuova configurazione pensata per tutta la filiera, dal progettista al BIM Coordinator, fino al Costruttore.

Guarda il video

Scarica la demo di Solibri

Nuove frontiere per l’import IFC

DDS-CAD 14, la nuova versione di uno tra i più diffusi software BIM per il MEP,  introduce un nuovo motore per la conversione in formato IFC.

Sia la lettura di un file IFC che la generazione della sua geometria vengono completamente riscritte e migliorate. Il nuovo motore supporta le classi native degli oggetti e per analizzare in modo più efficiente le informazioni contenute nei file IFC, anche gli alberi di struttura del modello sono stati completamente riscritti.

DDS-CAD 14 supporta completamente il formato IFC4 , il più aggiornato tra i formati di interscambio basati su IFC.

Inoltre, con un nuovo configuratore di filtri, permette di selezionare anche parti del file IFC che devono essere inclusi e/o esclusi durante l’importazione.

Guarda il video

Il BIM che connette

Tunnel sospeso per lo stabilimento Orogel
ENSER srl

ENSER, società di ingegneria con tre sedi in Emilia Romagna, ha partecipato al Tekla BIM Award Italia 2019 ed è stata premiata con il progetto delle strutture di un tunnel aereo di collegamento tra due capannoni industriali, all’interno dello stabilimento Orogel di Pievesestina di Cesena.

“In questa commessa l’utilizzo del BIM con Tekla Structures è stato vantaggioso fin dalle prime fasi progettuali, consentendoci la valutazione di diverse ipotesi di tracciato e diverse soluzioni tecniche”, così ci racconta l’ing. Francesco Balestri, progettista di ENSER.

Guarda il progetto