Modellazione di un impianto sportivo polifunzionale in cemento armato a Pian di Poma Sanremo (IM) con ModeSt

Studio Techne Associato (IM) presenta il progetto dell’impianto sportivo polifunzionale a Pian di Poma Sanremo (IM), realizzato utilizzando il software ModeSt. Le scelte progettuali dello Studio sono state dettate prevalentemente dalle esigenze della progettazione architettonica; è stata implementata una struttura con elementi verticali portanti costituiti da pilastri e setti sismo-resistenti e sono state utilizzate delle piastre, modellate tramite degli elementi plate, per la realizzazione degli impalcati intermedi. Questo progetto è stato nominato tra i vincitori della ModeSt Model Competition 2019.

Guarda l’intervista

Nuova funzionalità in DDS-CAD elettrico: cablaggio e corrugati

DDS-CAD 15 introduce nuove opzioni per il cablaggio. I corrugati possono essere applicati istantaneamente ai cavi ed essere elencati all’interno del computo delle quantità. Tutti i cavi e i corrugati possono anche essere convertiti in spline flessibili, consentendo di creare percorsi di cavi e corrugati flessibili.

Guarda il video

DDS-CAD 15, l’ultima versione del software BIM di Nemetschek per la progettazione di impianti, è ricco di novità innovative e offre ulteriori miglioramenti per le discipline MEP e per il flusso di lavoro, sia in generale sia nell’approccio Open BIM.

Il BIM e Allplan per la ristrutturazione di un edificio storico a Nova Milanese (MB)

MaaD Architettura (MB) presenta la ristrutturazione di un edificio storico a Nova Milanese (MB), realizzata in BIM con Allplan Architecture. Si tratta di un intervento classico di ristrutturazione, che prevede la demolizione dei solai, l’efficientamento energetico e il rifacimento delle facciate senza il cambiamento della sagoma. Questo progetto, nominato vincitore dell’Allplan BIM Award 2019, rappresenta il primo progetto realizzato con metodo BIM dallo Studio.

Guarda l’intervista

La digitalizzazione del settore delle costruzioni: intervista de il Quotidiano Immobiliare

Il settore delle costruzioni sta vivendo un periodo di grandi cambiamenti grazie alla trasformazione digitale, una rivoluzione ormai in atto in tutti i settori. Un ruolo cruciale per il successo, a nostro avviso, è costituito dalla formazione, dall’innovazione metodologica e dall’innovazione tecnologica.
Questi sono i 3 asset indispensabili per favorire la digitalizzazione di tutta la filiera nel settore delle costruzioni.

In un’intervista rilasciata durante la puntata “Protagonisti de il Quotidiano Immobiliare”, l’Arch. Paolo Bertini, Responsabile della Divisione Digital & BIM Project, Construction and Asset Management di Harpaceas, entra nel dettaglio di come la digitalizzazione stia cambiando il settore dello sviluppo immobiliare e di come le figure professionali degli esperti BIM (Building Information Modeling) rappresentino un punto di svolta per il futuro di un settore che sta crescendo in maniera esponenziale in tutta Europa. L’Italia è purtroppo agli ultimi posti, per questo motivo è indispensabile formare gli attori del settore a queste nuove tecnologie, ma soprattutto essere in grado di fornire loro un supporto tecnico tramite affiancamento.
Scopri di più sulla BIM Vision di Harpaceas.

Guarda il video

Il modello BIM degli impianti realizzato con DDS-CAD diventa navigabile con la Realtà Aumentata

Sacee Srl, società di ingegneria ed Energy Service Company (E.S.Co.), cliente Harpaceas, è stata inserita tra le aziende italiane col maggior tasso di crescita sul triennio 2015-2018, nel rapporto “l Leader della Crescita 2020” de Il Sole 24 Ore.
In questa occasione, Sacee ha presentato un’interessante ed innovativa novità nel mondo della progettazione: l’adozione della realtà aumentata per navigare il modello BIM dell’impianto geotermico di “Palazzo Tarsis”, realizzato con DDS-CAD.
Per questo progetto, definito come esempio concreto di efficienza energetica nel cuore di Milano, Sacee ha gestito diverse attività; tra queste, si è occupata anche della progettazione e della modellazione BIM LOD 350 dei nuovi impianti di tutto l’Edificio e dello Showroom, utilizzando il software DDS-CAD.
L’adozione della realtà aumentata e del modello BIM MEP permette di conseguire vantaggi in termini di migliore qualità dei processi e maggiore efficienza operativa, sia in fase di progettazione sia nelle future operazioni di manutenzione.
Navigare il modello realizzato con DDS-CAD è semplicissimo: occorre scaricare l’App AR Magic Experience (disponibile su APP Store e su Google Play), inquadrare e scansionare il marker presente in questa pagina, visualizzare e navigare il modello BIM MEP dell’edificio.

DDS-CAD per gli impianti di Palazzo Tarsis

Sacee adotta il BIM come approccio standard in tutti i progetti, soprattutto in quelli grandi e complessi, dove avere la possibilità di visualizzare il modello 3D dell’edificio, ricco di informazioni, diventa indispensabile per facilitare la comunicazione con il cliente finale.
La progettazione degli impianti di Palazzo Tarsis ha messo in evidenza le potenzialità di DDS-CAD. Il progetto consiste nella riqualificazione impiantistica di un palazzo storico del centro di Milano, reso oggi ancora più famoso grazie alla presenza dell’Apple Store di Piazza Liberty a Milano.  La riqualificazione ha avuto inizio con la progettazione BIM dell’impianto geotermico ad acqua di falda che andrà a sostituire il riscaldamento a caldaia ora in uso. La difficoltà di questo progetto nasce innanzitutto dal rilievo degli impianti esistenti, nati in epoche diverse e sovrapposti gli uni agli altri nel corso degli anni. In questo contesto, l’approccio del BIM si è rivelato fondamentale, sia nella restituzione completa, coerente e precisa dello stato di fatto, sia nelle attività di progettazione tridimensionale parametrica dei nuovi impianti, eseguite con DDS-CAD. L’adozione dell’approccio BIM con DDS-CAD ha permesso un miglioramento evidente della comunicazione e della visibilità del progetto al cliente finale e un risparmio di tempo notevole per Sacee, poiché le varie progettazioni impiantistiche (progettazione elettrica, meccanica, della prevenzione incendi) sono state eseguite contemporaneamente da operatori diversi ma con lo stesso strumento.

DDS-CAD: La soluzione Open BIM per i professionisti del settore MEP

DDS-CAD è un software Open BIM per la progettazione integrata di impianti meccanici ed elettrici, sviluppato da Data Design System, una società del gruppo Nemetschek.
Attraverso il formato IFC dialoga liberamente con i principali strumenti di progettazione architettonica (Allplan, ArchiCAD®, Vectorworks®, Revit®), strutturale (Tekla Structures, Allplan) e di coordinamento (Solibri, Bim+). DDS-CAD risponde ai requisiti fissati dal Codice degli Appalti e successivo DM 560/2017 nonché alle indicazioni delle norme UNI 11337. Importando in DDS-CAD i file IFC, le informazioni e gli attributi associati agli elementi del modello architettonico – strutturale vengono messi a disposizione del progettista che li può utilizzare, rielaborare ed integrare ai fini del calcolo e della verifica delle discipline MEP.
Harpaceas è l’unico distributore di DDS-CAD autorizzato per l’Italia.

Chi è Sacee Srl

Sacee è una società di ingegneria ed E.S.Co. che fornisce in maniera integrata servizi di consulenza, di energy management e di progettazione BIM, configurandosi come unico referente per i suoi clienti.
In qualità di E.S.Co. è in grado di realizzare, incentivare e gestire interventi per il risparmio energetico oltre ad occuparsi di progettazione, collaudo e monitoraggio. La progettazione viene realizzata con approccio BIM in ambito architettonico, strutturale, impiantistico, acustico ed energetico. La parola chiave è «INTEROPERABILITÀ» fra le varie specializzazioni con attenzione continua e prioritaria posta sulle dinamiche energetiche e sul comfort. L’approccio BIM dà la possibilità di migliorare sensibilmente gli aspetti di sostenibilità ambientale ed economica nella fase di progettazione ed attuazione degli interventi.
Sacee è strutturata in Dipartimenti che operano uniti nel percorso progettuale. L’area Cem dedicata alla consulenza energetica è la solida base su cui fonda le proprie radici Sacee.
Nel Team di Sacee lavorano professionisti specializzati in diversi ambiti: EGE certificati 11339, Energy Manager, Tecnici Acustici, Architetti e Ingegneri.

Figure professionali del BIM: valutazione di conformità alla UNI 11337-7

Il Tavolo UNI/PdR “Valutazione della conformità alla UNI 11337” ha approvato l’avvio della pubblica consultazione del progetto di prassi di riferimento intitolato “Requisiti per la valutazione di conformità alla UNI 11337-7:2018 ‘Edilizia e opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni – Parte 7: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza delle figure professionali coinvolte nella gestione e nella modellazione informativa’”.

Il documento è disponibile qui per il download.

Solibri all’opera: Cittadella della Salute Ospedale di Treviso Cà Foncello

Il progetto, vincitore del BIM&DIGITAL Awards 19 – Categoria “Edifici Pubblici”, prevede la ristrutturazione e l’ampliamento dell’esistente struttura ospedaliera di Treviso al fine di realizzare una struttura sanitaria ad alta tecnologia che sia punto di riferimento provinciale e sovra-regionale, con la formula del Project Financing.
Gli interventi di riqualificazione interessano una superficie funzionale di 150.000 mq dei quali 100.000 mq in nuova costruzione e 50.000 mq in ristrutturazione. L’obiettivo è quello di ottimizzare tutte le attività degli spazi funzionali opportunamente dimensionati e collegati fra loro, in modo da prevedere la dismissione e la conseguente demolizione degli edifici attualmente situati in prossimità dell’alveo del Sile e creare al contempo un parco urbano prossimo all’ospedale.


Uno dei principali vantaggi che l’applicazione dei processi BIM e di Solibri offre in una progettazione così complessa, come quella per la Cittadella della Salute, è la possibilità di verificare i modelli BIM da un punto di vista geometrico (Clash Detection) e normativo (Code Checking).

Guarda il progetto

Impianto di aspirazione del convertitore AOD: il ruolo di Midas

Enarch Srl (TO) presenta un impianto di aspirazione del convertitore AOD, progettato per Cogne Acciai Speciali utilizzando il software Midas. L’intervento, di recente realizzazione, è stato eseguito con l’obiettivo di abbattere le emissioni inquinanti dell’acciaieria Cogne Acciai Speciali Spa nella città di Aosta. Il progetto è stato nominato vincitore nella sezione “Modelli BIM” della Midas Model Competition 2019. Il modello BIM è stato realizzato con Tekla Structures, a seguito del rilievo topografico dell’esistente.

Durante la decima edizione della Giornata del Cliente Midas 2019, l’Ing. Paolo Ruggieri, presidente Enarch Srl e Progettista dell’opera, ci ha raccontato la sua esperienza.

Guarda l’intervista

3 funzionalità di DDS-CAD che devi conoscere per progettare impianti in BIM

Chi utilizza quotidianamente uno strumento software ne conosce bene funzionalità e potenzialità. È per questo motivo che abbiamo chiesto all’Ing. Maria Grazia Costa, Amministratore Unico di Sacee srl, di descriverci perché ha scelto DDS-CAD come strumento per la progettazione di impianti del suo Studio.
Una volta stabilito che Sacee avrebbe seguito aziendalmente l’approccio OPEN BIM, la scelta dello strumento è ricaduta su DDS-CAD. Oltre ad essere lo strumento specifico per le attività di calcolo, disegno e modelli e per il controllo dei progetti, Sacee ha scelto DDS-CAD grazie al supporto di Harpaceas, sia nelle fasi di implementazione che successivamente durante l’utilizzo quotidiano.
Durante l’intervista, l’Ing. Costa ci ha raccontato anche delle potenzialità di DDS-CAD all’interno di un progetto specifico, molto interessante.
Continua a seguirci per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative!
Nel frattempo, scopriamo insieme le 3 funzionalità di DDS-CAD che devi conoscere per progettare impianti in BIM, secondo Sacee.

Paratie Plus 2020: le nuove correlazioni con il dilatometro di Marchetti

A grande richiesta, sono da ora disponibili in Paratie Plus le correlazioni dei parametri di resistenza e deformabilità dei terreni a partire dai risultati delle prove in situ condotte col dilatometro piatto di Marchetti.
Innanzitutto, l’utente deve specificare i valori delle due letture di pressione DMT corrette p0, p1 ed eventualmente, dove disponibili, della terza lettura di pressione corretta p2.
In alternativa è possibile specificare i valori delle letture di pressione non corrette A, B, (C) e delle correzioni DA, DB determinate mediante calibrazione della membrana, da cui il programma calcola i valori corretti p0, p1 (p2).


Conoscendo i suddetti dati, Paratie Plus è in grado di calcolare l’indice di materiale ID che fornisce indicazioni di tipo “comportamentale” sul tipo di terreno, che viene a grandi linee identificato come argilla (ID < 0.6), limo (0.6 < ID < 1.8) o sabbia (ID > 1.8).
L’indice di spinta orizzontale KD è invece legato alla storia tensionale e al grado di sovraconsolidazione OCR del deposito.


Il modulo dilatometrico ED riflette la rigidezza del terreno. In generale ED (da non confondere con il modulo di Young E) viene utilizzato in combinazione con KD e ID per ricavare i moduli di deformazione “operativi”, in particolare il modulo di deformazione confinato M.
A partire da p2, dove disponibile, è calcolato un quarto parametro: l’indice di pressione neutra UD è un ulteriore indicatore del tipo di terreno in relazione alla permeabilità. In sabbie, p2 è prossima alla pressione neutra in sito u0, che può quindi essere stimata assumendo u0 = p2. Pertanto, in sabbie UD ~ 0, mentre in argille UD > 0 (ad es. 0.5-0.7). I limi si collocano in una fascia di valori intermedi.

Dai parametri intermedi ID, KD, ED sono ricavati i parametri interpretati: peso di volume naturale g, resistenza al taglio non drenata Su (in argille e limi con ID < 1.2), angolo di resistenza al taglio j’ (in sabbie con ID > 1.8), modulo di deformazione confinato M, grado di sovraconsolidazione OCR e coefficiente di spinta a riposo K0 (in argille e limi con ID < 1.2).
Sono inoltre disponibili correlazioni per stimare OCR e K0 in sabbie (ID > 1.8) basate sull’uso combinato di risultati di prove DMT e CPT/CPTU vicine.
In caso di prove eseguite con dilatometro sismico (SDMT), i valori di VS misurati possono essere inseriti nella tabella relativa alle indagini sismiche. A partire da VS si determina il modulo di taglio a piccole deformazioni G0 (vedere par. 3.3.1 del manuale Stima Parametri).
In generale, si può vedere il par. 3.3 per l’interazione delle prove DMT con altre presenti in Paratie Plus.

Buon lavoro con le nuove funzionalità di Paratie Plus 2020!