DDS-CAD 15: progetti BIM più efficienti e precisi con le nuove funzionalità

Con DDS-CAD 15, Data Design System rilascia la più recente fase di sviluppo della sua soluzione BIM per i servizi di costruzione.
L’attuale versione dell’applicazione software multidisciplinare è caratterizzata da varie innovazioni e ulteriori miglioramenti per una maggiore precisione ed efficienza nella progettazione. Ad esempio, DDS-CAD 15 supporta il calcolo del carico di raffreddamento secondo ASHRAE e un calcolo del carico termico in conformità con la più recente norma EN 12831. All’interno del dominio elettrico, un nuovo gestore del quadro di distribuzione e una funzione di conduit avanzata assicurano un rapido processo di progettazione e una maggiore flessibilità. Ulteriori ottimizzazioni risiedono nella gestione del software.
Una novità qui è il mirroring tecnico, con il quale è possibile creare layout strutturalmente identici ma invertiti, in modo rapido e professionale.
Allo stesso tempo, vengono mantenute le posizioni corrette dei punti di connessione per gli oggetti sanitari e le rappresentazioni dei simboli conformi alle norme.

Per accelerare ulteriormente i flussi di lavoro, la nuova versione di DDS-CAD offre una finestra delle proprietà accessibile direttamente.
Questa presenta le caratteristiche più importanti degli oggetti selezionati, consentendo la modifica diretta.
Tramite una pagina iniziale visivamente accattivante con anteprime e funzioni di ricerca, gli utenti raggiungono anche il progetto desiderato con un solo clic del mouse.

Il modulo per il calcolo del carico di raffreddamento si basa su una soluzione software del noto specialista di simulazione EQUA.
Il calcolo può essere eseguito secondo lo standard oppure basato su una simulazione di stanza o edificio. La funzione soddisfa ugualmente lo standard internazionale ASHRAE e il più complesso VDI 2078 tedesco. Il calcolo del carico termico completamente rivisto non solo tiene conto dell’ultima modifica della norma ma offre anche la possibilità di modificare tutte le impostazioni richieste in un’unica finestra di dialogo compatta.

Oltre alle funzioni per le singole discipline MEP, anche le funzionalità BIM del software sono state arricchite. Gli utenti DDS-CAD possono ora accedere direttamente alla piattaforma basata su cloud BIMobject® per integrare gli oggetti BIM di alta qualità di vari produttori nei loro progetti.
Inoltre, la software house norvegese ha ulteriormente rafforzato la sua posizione di leader dell’innovazione in ambito OpenBIM grazie al suo scambio di dati ottimizzato tramite IFC.

I progetti possono essere comodamente aperti, cercati o creati tramite la nuova pagina iniziale DDS-CAD.

Harpaceas DDS-CAD 15 start page

L’interfaccia bidirezionale alla soluzione ESBO di EQUA consente il calcolo del carico di raffreddamento secondo le simulazioni sia VDI 2078 sia ASHRAE.

Harpaceas DDS-CAD 15 carico raffreddamento

La funzione di mirroring intelligente assicura che simboli e oggetti siano sempre visualizzati correttamente anche se il processo di mirroring viene ripetuto più volte.

Harpaceas DDS-CAD 15 Mirror

Clicca qui per avere maggiori informazioni su DDS-CAD 15.

Manifesto per la Repubblica Digitale: Harpaceas c’è!

Harpaceas, protagonista della trasformazione digitale nella filiera delle costruzioni, ha sin da subito mostrato il suo interesse per Repubblica Digitale, l’iniziativa promossa dal Team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri che si pone l’obiettivo di accompagnare la trasformazione digitale del Paese con azioni di carattere educativo, divulgativo e culturale.

Con l’adesione al manifesto di Repubblica Digitale, Harpaceas si impegna a realizzare entro i prossimi dodici mesi un’iniziativa di inclusione digitale coerente con i principi del Manifesto stesso, capace di produrre risultati misurabili e quantificabili sulla base dei principi elencati nel manifesto.

IL MANIFESTO PER LA REPUBBLICA DIGITALE

Il Manifesto per la Repubblica Digitale costituisce la prima delle azioni nell’ambito dell’iniziativa e contiene una serie di condizioni, premesse e principi condivisi da enti e organizzazioni pubbliche e private che decideranno di aderirvi.

Lo scopo è quello di identificare un insieme di necessità e valori condivisi e impegnarsi congiuntamente in un percorso comune di trasformazione culturale del Paese nel segno del digitale.

I 3 principi alla base del Manifesto per la Repubblica Digitale sono: Educazione al digitale (investimenti in cultura informatica e competenze digitali da parte di enti pubblici e privati), Cittadinanza digitale (informazione di qualità, partecipazione alle deliberazioni, interazione civica), Digitale etico, umano e non discriminatorio (eguaglianza e sviluppo delle comunità e degli individui).

Il Manifesto per la Repubblica Digitale completo è disponibile per la consultazione sulla pagina web: https://teamdigitale.governo.it/it/repubblica-digitale

harpaceas repubblica digitale

HARPACEAS PER REPUBBLICA DIGITALE: L’INIZIATIVA

L’iniziativa con la quale Harpaceas aderisce al Manifesto per la Repubblica Digitale consiste in una giornata dedicata completamente al tema della digitalizzazione del progetto intesa come step necessario per condurre ad un nuovo risveglio del mercato delle costruzioni, seguendo il racconto di quel percorso che parte dal concept per arrivare alla progettazione e costruzione di un’opera fino a seguire tutto il suo ciclo di vita.

Negli ultimi anni, la filiera delle costruzioni sta vivendo un processo evolutivo importante per tenere il passo con il cambiamento guidato dall’innovazione digitale.

Il BIM (Building Information Modeling) rappresenta un approccio del tutto nuovo nella progettazione, costruzione e manutenzione di un’opera rispetto ai metodi tradizionali non digitali.

Lo scopo dell’evento è promuovere l’utilizzo di strumenti e tecnologie digitali e BIM oriented nelle commesse pubbliche e private, di grandi e di piccole dimensioni.
Il progetto, proposto da Harpaceas e approvato da Repubblica Digitale, rispetta i 3 principi del Manifesto.

1. Educazione al Digitale: grazie a numerose collaborazioni con le principali Università e Istituti di Ricerca italiani, Harpaceas presenta piani di formazione volti a diffondere la cultura digitale nel campo delle costruzioni e le competenze tecniche necessarie ad affrontare le nuove sfide del mercato.

2. Cittadinanza digitale: durante l’iniziativa saranno presentati strumenti e servizi per la trasformazione digitale in maniera accessibile e a misura di cittadino senza creare nuove barriere tecnologiche e abbattendo quelle esistenti.

3. Digitale etico, umano e non discriminatorio: l’approccio di Harpaceas è l’OPENBIM, nato da un’idea dell’Associazione buildingSMART.
Si tratta di un approccio condiviso per la collaborazione durante le fasi di progettazione, realizzazione e messa in esercizio di opere basate su standard e flussi di lavoro aperti, che permette ai vari attori della filiera di comunicare in maniera completa, restando ognuno nel proprio ambito di competenza.

 

L’iniziativa è rivolta a tutti gli operatori del mercato delle costruzioni: dai progettisti architettonici, strutturali e impiantisti, imprese di costruzione, produttori, general contractor, real estate owner, PA locale e centrale, comparti Oil&Gas e EPC (Engineering, Procurement & Construction).

Continua a seguirci per scoprirne tutti i dettagli.

Chiusura estiva dei nostri uffici dal 12 al 23 agosto

Gentile Cliente,
la informiamo che gli uffici Harpaceas resteranno chiusi per le ferie estive

dal 12 al 23 agosto
Anche il nostro servizio di supporto tecnico e assistenza
sarà sospeso nello stesso periodo.

Tutte le richieste che ci preverranno in questo periodo, verranno prese in carico alla riapertura dei nostri uffici che avverrà lunedì 26 agosto.

Con l’occasione le auguriamo buone vacanze

Paratie Plus 2019.1 – le novità

Come da tradizione pluri-decennale, gli sviluppatori inseguono l’obbiettivo di rendere il software sempre più user-friendly, e più potente in termini di analisi e verifica, per un’esperienza utente il più semplice e precisa possibile.

Lo storico solutore PARATIE è stato migliorato, ed è ora possibile visualizzare il valore della coesione c’ auto-calcolata utilizzando il modello costitutivo delle argille (CLAY MODEL);

 

 

 

Per l’analisi di scavi tra pareti, gli sviluppatori hanno ottimizzato e migliorato la formulazione per l’incastro parziale delle solette;

Per aiutare l’utente nello stimare e calcolare i parametri di input, l’interfaccia grafica propone correlazioni di uso frequente e di comprovata validità, come ad esempio la relazione di Jaky per il calcolo del coefficiente di spinta a riposo K0 partendo dall’angolo d’attrito;

Impostare i parametri per il design è oggi ancora più semplice, con la nuova finestra di Proprietà, ottimizzata e riorganizzata;

Infine i diagrammi dei risultati vengono preservati e riaggiornati automaticamente ad ogni nuovo calcolo.

In termini di verifiche strutturali, disponibili per elementi in CA o in acciaio, è ora possibile definire un coefficiente di omogeneizzazione delle barre di armatura per le verifiche allo SLE, come da richieste pervenute da numerosi Utenti; sempre nella finestra di Impostazione delle Verifiche per sezioni in CA l’Utente ha ora la possibilità di definire la lunghezza di ancoraggio delle barre, ai fini della verifica.

Nel modulo di Verifica Stabilità Pendii (VSP), dedicato all’analisi di stabilità di versanti, sono ora disponibili ulteriori elementi di rinforzo: geogriglie e chiodature.

 

 

 

 

 

 

 

Prova gratuitamente Paratie Plus, scarica la demo

dRofus per il Sunshine Coast University Hospital

La costruzione di un ospedale è sempre un processo complesso che ha bisogno di un forte coordinamente tra tutti gli attori che ne prendono parte.

Nel progetto Sunshine Coast University Hospital di Kawana (Australia) dRofus è stato uno strumento essenziale. Le aspettative erano di essere in grado di ridurre il tempo speso in attività come la scrittura di schede tecniche delle camere, l’impostazione di FF&E (Furniture, Fictures and Equipment), la falegnameria, i programmi di finitura e di garantire che le informazioni fossero allineate al modello BIM.

Come database client-server, dRofus ha permesso a tutti (client, appaltatori, consulenti, ingegneri, architetti, ecc. per un totale di 200 utenti) di popolare contemporaneamente il database. Ciò ha eliminato la necessità di scambiare e incorporare dati da fogli di calcolo complessi, eliminando praticamente l’errore umano.

Guarda il video

BIM for the UK Ministry of Justice – Quality assured!

La Bond Bryan Digital ha preso parte alla trasformazione immobiliare nel Regno Unito per il Ministero della Giustizia, collaborando con due appaltatori, riuscendo a fornire garanzia di qualità per tutto il periodo del progetto (dicembre 2017  – agosto 2018).

Il suo ruolo era quello di svolgere il controllo dei dati e delle informazioni in tutti i modelli nelle varie discipline della filiera e creare set specifici di regole per il progetto a supporto dei gestori delle informazioni.

Il progetto, concluso positiviamente, includeva quasi 20.000 regole in Solibri e 16 modelli federati con pochissimi errori.

Leggi la storia (in inlgese)

Il BIM nella valutazione dei costi e dei tempi dell’opera

In questo webinar si illustrano i vantaggi della soluzione Design2Cost, composta da Allplan, BCM e STR Vision CPM.

Verrà fatta una comparazione delle analisi QTO (quantity take off) tradizionali con quelle intelligenti offerte da Design2Cost. Si effettuerà anche l’analisi dei modelli architettonici con le centinaia di report inclusi in Allplan e la condivisione dei dati con STR Vision CPM. Si scopriranno infine i vantaggi derivanti dalla strutturazione del progetto (WBS e classificazioni) al fine di eseguire analisi approfondite del modello in termini di tempi e costi.

Registrazione del seminario a cura di Massimo Baldessari – Allplan Italia

Guarda il video

Un modello BIM automatico con DDS-CAD

I progettisti che si occupano di impianti riceveno spesso dati in formato 2d (es. dwg).

Tuttavia, se si desidera lavorare in BIM e ottenere tutti i vantaggi che esso produce, è necessario un modello 3D intelligente sul quale progettare e modellare gli impianti dell’edificio. DDS-CAD offre funzionalità specifiche per convertire rapidamente un file dwg in un modello di edificio intelligente, consentendo di applicare il flusso di lavoro tipico del BIM senza dover fare affidamento su altri software.

Guarda il video

BIM e digitalizzazione per un impianto industriale (Russia)

Coke making plant – Cherepovets (Russia)

Cube srl

Cube, società di ingegneria italiana con sede a Terni, ha partecipato al Tekla BIM Award Italia 2019 ed è stata premiata con il progetto del “Coke making plant” a Cherepovets in Russia.

In questo importante progetto l’utilizzo del BIM e la digitalizzazione dei dati con Tekla Structures è stata una scelta vincente per lavorare con una “progettazione flessibile”: un progetto atipico e non comune, che ha sfruttato l’integrazione della modellazione BIM parametrica in Tekla Structures come base per il software di calcolo e come Shared Data Model per il settore meccanico.

Guarda il progetto