Eventi Regola&Arte, 29 Marzo 2019 – Intervento dell’Ing. Paolo Sattamino

Si è svolto in data 29 Marzo 2019 l’Evento organizzato da Regola&Arte, con la collaborazione di Harpaceas, “Progettare, realizzare e riqualificare l’edificio confortevole e sicuro – La regola dell’arte del processo edilizio: innovazioni e tendenze”.

Guarda l’intervento di Paolo Sattamino

Hevolus Innovation parteciperà con Harpaceas all’OMC 2019

Hevolus Innovation parteciperà con Harpaceas all’OMC 2019, l’Offshore Mediterranean Conference che si terrà dal 27 al 29 marzo a Ravenna (Pala de André, viale Europa, 1).

Worldwide partner di Microsoft per la Mixed Reality e leader nel mondo delle tecnologie disruptive, Hevolus Innovation nel corso dell’evento presenterà l’integrazione in modalità olografica con visori Microsoft Hololens della piattaforma Trimble Connect for Structures.

Trimble Connect for Structures è una piattaforma di Project Collaboration, basata su cloud, che permette ai progettisti, costruttori, proprietari e operatori di condividere in tempo reale, tutte le informazioni nei progetti di ingegneria e di costruzione. Si basa su GTeam, l’innovativa piattaforma di collaborazione sviluppata da Gehry Technologies. Gli stakeholder del progetto, durante le fasi di progettazione, costruzione e gestione del progetto, possono facilmente visualizzare, condividere, coordinare e commentare le informazioni sul progetto da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. Queste informazioni possono essere facilmente accessibili tramite Desktop, Mobile, Web e Mixed Reality in base al ruolo o alle attività dello stakeholder.

Vi aspettiamo al Pad. 2 stand A11, non mancate!

#HevolusInnovation #OMC2019 #Harpaceas #Trimble #mr #ar #hololens #hololens 2 #Microsoft

 

 

 

 

 

 

 

dRofus nel portfolio Harpaceas

Harpaceas ha stretto un accordo di partnership e rappresentanza esclusiva per l’Italia con l’azienda norvegese dRofus, casa produttrice dell’omonima soluzione BIM, leader a livello internazionale nella digitalizzazione e gestione di database di spazi, attrezzature e apparecchiature, nelle varie fasi della filiera: progettazione, costruzione e gestione delle opere.

dRofus è uno strumento di pianificazione, gestione delle informazioni e sincronizzazione bidirezionale col modello BIM / AIM, particolarmente indicato per strutture come Aeroporti, Ospedali, Terziario, Commerciale ecc.

 dRofus è la soluzione ideale nelle fasi di impostazione (requisiti, specifiche), creazione (design, construction) e gestione dell’Asset Information Model (e Digital Twin).

Per maggiori informazioni consulta il nostro sito e scarica la brochure

Circolare Applicativa delle NTC 2018: Novità e Chiarimenti.

L’11 Febbraio è stata pubblicata dalla Gazzetta Ufficiale la Circolare Applicativa delle Norme Tecniche per la Costruzione, la quale risulta essere già in vigore. 
Grazie al testo completo della Circolare ogni professionista può usarlo come strumento guida per la comprensione delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni, in modo tale da poter comprendere al meglio le novità introdotte e poterle fare proprie nello svolgimento della professione. 

Per poter leggere la Circolare completa e conoscere le novità di cui sopra, clicca qui.

Norme tecniche per le costruzioni: al via la circolare esplicativa.

 
Lo scorso 17 Gennaio, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha firmato il Decreto relativo alla Circolare esplicativa delle Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC).
La Circolare è un documento che ha l’obiettivo di fornire agli operatori indicazioni, elementi informativi ed integrazioni, sulle nuove NTC e ne favorisce una corretta applicazione. Inoltre, le novità introdotte da questo nuovo sistema normativo consentiranno una più agevole applicazione del Sisma Bonus. 

Le nuove NTC si applicano anche a parti degli edifici prima non considerate dalla normativa, come ad esempio le parti non strutturali, le pavimentazioni industriali e l’impiantistica, migliorando la prevenzione del danni agli edifici e la tutela della vita umana.

Per leggere l’intero articolo pubblicato dal sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti clicca qui.

Master BIM MANAGER di II livello “eBIM: existing Building Information Modeling per la gestione dell’intervento sul costruito” – Terza Edizione, anche Online


Università degli Studi di Ferrara: al via la TERZA EDIZIONE del Master di II livello per la formazione del BIM Manager dell’intervento sul costruito, il primo in Italia.

Per l’anno accademico 2018-2019 sono inoltre disponibili agevolazioni per tecnici di PA.

Il programma del Master di II livello eBIM Existing Building Information Modeling per la formazione del BIM Manager dell’intervento sull’esistente è il primo interamente dedicato agli impatti della progettazione BIM based nella gestione del progetto sul costruito esistente, nelle diverse declinazioni e scale d’intervento che questo comporta: gestione BIM dei dati da rilievo integrato; gestione della sicurezza strutturale, del rischio sismico e del comportamento energetico.

Il master eBIM è il percorso di un anno che l’Università degli Studi di Ferrara, Dipartimento di Architettura e Laboratorio TekneHub offre, insieme all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari”, e all’Università di Parma, Dipartimento di Ingegneria e Architettura, a laureati e professionisti che operano o intendano operare con un approccio integrato alla gestione dell’intervento sul costruito in ambito nazionale o internazionale.

Grazie alla collaborazione con partner esperti quali Harpaceas, in2it, e Graphisoft e il supporto di oltre trenta docenti con una solida esperienza professionale e di ricerca nel campo dell’applicazione degli strumenti BIM alla gestione dell’intervento sul costruito, il Master eBIM offre l’opportunità di acquisire e consolidare competenze tecniche e manageriali attraverso lezioni frontali, che si svolgeranno da maggio a luglio 2019, attività seminariali e 400 ore di tirocinio.

General Contractor, Imprese di Costruzione, Società di Ingegneria, Studi di Architettura e Ingegneria Strutturale e Impiantistica sono gli operatori interessati a reclutare i futuri BIM manager.

Il percorso formativo prevede due diverse modalità di frequenza: in presenza per un massimo di 35 iscritti e a distanza per un numero illimitato di posti.

Per maggiori informazioni, iscrizione e bando clicca qui

Segreteria didattica del master: master_ebim@unife.it – Tel. +39 0532 293682

 



Obbligo del BIM: a quali appalti si applica e il valore delle Norme UNI 11337

Dal primo gennaio il cosiddetto Decreto BIM, ovvero il DM 560/17, entra nel vivo della sua applicazione. Parte infatti l’applicazione per le opere pubbliche sopra la soglia dei 100 milioni di euro. Ovviamente si tratta ancora di una soglia alta, che comprende per esempio anche il Ponte sul Polcevera, ma è il primo passo verso una digitalizzazione degli appalti pubblici che pian piano riguarderà praticamente tutte le costruzioni. Per saperne di più, in particolare su cosa cambia e cosa sia stato fatto per prepararsi a questo “evento” abbiamo intervistato con INGENIO il provveditore della Lombardia ed Emilia Romagna, l’ing. Pietro Baratono, che ha coordinato e presieduto la commissione che ha predisposto il testo del Decreto.



Nella lunga intervista gli argomenti affrontati sono diversi: si parla degli ambiti di applicazione del Decreto BIM e delle sperimentazioni di applicazione del BIM negli Appalti Pubblici. Inoltre, viene poi sviluppato con l‘Ing. Baratono anche il tema della digitalizzazione BIM a livello Europeo e non solo italiano. 
Clicca qui per leggere l’intervista completa pubblicata su INGENIO.

UNI 11337 – Pubblicata la 7° parte della norma

Il giorno 13 Dicembre 2018 è stata pubblicata la Parte 7 “ Requisiti di conoscenza, abilità e competenza delle figure coinvolte nella gestione e nella modellazione informativa”  della Norma UNI11337:2017 (Gestione digitale dei processi dei processi informativi delle costruzioni”.

La Parte 7 rappresenta un passo molto importante nella definizione di un quadro chiaro delle specificità di ciascun professionista che si occupa di BIM e di digitalizzazione nell’ambito della filiera delle costruzioni in Italia; prendendo le mosse da quanto previsto nella Parte 5 in termini di funzioni a supporto dei processi digitalizzati, definisce le 4 figure cardine dell’information management:

  • Il Gestore dell’ambiente di condivisione dei dati o CDE Manager
  • Il Gestore dei processi digitalizzati o BIM Manager
  • Il Coordinatore dei flussi informativi di commessa o BIM Coordinator
  •  L’Operatore avanzato della gestione e della modellazione informativa BIM Specialist

Si tratta di un testo normativo quasi unico a livello internazionale, perché affronta l’argomento con organicità e in un’ ottica di qualifica che può tradursi, attraverso l’applicazione della Legge 4 del 14 gennaio “Disposizioni in materia di professioni non organizzate” nella nascita di schemi certificativi volontari chiari e regolamentati a garanzia della professionalità e competenza degli esperti di settore che vogliano aderirvi.

Master di secondo livelli in Progettazione Geotecnica – Sapienza Università di Roma.

Il Master in Progettazione Geotecnica organizzato dalla Sapienza Università di Roma, sponsorizzato dall’Associazione Tunneling Italiana e da numerose altre aziende, è un corso di alta specializzazione, che mira a costruire un solido legame tra Università e Settore di riferimento, fornendo a neolaureati e giovani professionisti competenze pratiche e una conoscenza multidisciplinare nel campo della progettazione, costruzione e gestione di progetti geotecnici e grandi opere sotterranee. 

Per conoscere il programma e le informazioni generali relative al Master di Progettazione Geotecnica, VII Edizione 2018-2019 clicca qui.

Guarda anche il video.