ILVA: modellazione geotecnica per le strutture di copertura dei parchi fossili e minerali

Studio Colleselli & P. Ingegneria Geotecnica

…Data l’importanza e l’imponenza dell’opera, per lo studio delle sue fondazioni, in particolar modo delle azioni sollecitanti i pali trivellati, è stato d’obbligo predisporre un modello di calcolo tridimensionale che tenesse conto della complessa geometria e dell’interazione terreno-struttura.

“…Quanti diaframmi prevedere? Come disporli? Come valutarne le sollecitazioni? Come valutare il beneficio sull’esistente?

Sono state fatte svariate ipotesi, la cui efficacia è stata valutata realizzando per ciascuna di esse uno specifico modello di calcolo con FLAC 3D”

Guarda il progetto

Studio di Vulnerabilità Sismica a La Spezia: l’esperienza dell’Ing. Nicola Brizzi

Durante l’ultima Giornata del Cliente Midas, dello scorso novembre, molti clienti hanno partecipato prendendo la parola per presentare e condividere i loro progetti. L’ing. Nicola Brizzi, socio dello studio Fabrica di Architettura e Ingegneria di La Spezia, ha presentato un progetto di studio della vulnerabilità sismica su un edifico scolastico, condotto con Midas Gen.

In questa intervista l’ing. Brizzi ci descrive l’intervento e i vantaggi ottenuti con l’ausilio di Midas Gen.

Guarda l’intervista

ModeSt 8.19: anticipazioni dalla nuova release!

ModeSt tra poche settimane sarà aggiornato alla versione 8.19. Grazie alla sinergia e alla collaborazione tra utilizzatori e sviluppatori, il software si arricchisce di nuove caratteristiche, confermando il suo ruolo nel mercato italiano per quanto riguarda i software di calcolo strutturale.

Molte le novità: a grande richiesta da parte di molti utilizzatori, nelle verifiche delle strutture in muratura ordinaria e armata è stata effettuata un’importante revisione che consente di distinguere le verifiche per azioni statiche da quelle per azioni sismiche. Queste ultime potranno essere svolte sia sul modello generale pareti (MGP), come in passato, sia sul modello tipo POR (MPOR).

Sono stati inoltre rivisti i parametri nei criteri di progetto generali delle murature e la visualizzazione dei tassi di sfruttamento che sono stati resi indipendenti dal tipo di modello (MGP o MPOR).

Nel calcolo dell’indice di sicurezza delle strutture in muratura armata è stato eliminato quello relativo al cinematismo, in quanto non da verificare.

Questa revisione consente al progettista di eseguire le verifiche per azioni sismiche sugli elementi resistenti anche quando sono presenti aperture non allineate o maschi murari completamente in falso.

In attesa della nuova versione,

Richiedi una demo online!

Paratie Plus 2019 è ora disponibile!

Paratie Plus, è oggi alla versione 2019 e conferma il suo ruolo primario nel mercato italiano per le opere di sostegno flessibili. Tra le numerose novità sono state implementati i diaframmi in c.a. con sezione a T.

Questa innovazione permette di estendere ulteriormente il campo di applicazione del software, rendendolo fruibile anche in realtà professionali in cui questa tipologia di elemento strutturale è all’ordine del giorno.

Oltre alle analisi in campo non lineare, è ora possibile includere lo schema suddetto nelle verifiche in accordo alle nuove NTC2018 e agli EC; il verificatore CAVER si occupa, a partire dalle sollecitazioni, di indicare i tassi di lavoro di questo tipo paratia, oltre a fornire i risultati richiesti dalla normativa per le combinazioni allo Stato Limite di Esercizio.

Con l’arrivo della nuova versione 2019, Paratie Plus è quindi in grado di svolgere analisi e verifiche sulle seguenti tipologie strutturali in c.a.: diaframmi in c.a. a sezione rettangolare e a T, pali allineati e pali secanti, oltre, ovviamente alle moltissime tipologie in acciaio.

Scarica la Demo di Paratie Plus 2019

 

Seminario: BIM, OPERE PUBBLICHE E CONSERVAZIONE DELLE OPERE Le opportunità offerte dal BIM e le figure professionali della norma UNI 11337

6 febbraio 2019 – Roma
La commissione BIM, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura BIM e Organizzazione d’impresa e Harpaceas, propone ai propri iscritti e ai soci di IICBIM un seminario tecnico gratuito sul tema del BIM, delle opportunità offerte da questa nuova metodica, della conservazione delle opere e delle figure professionali specializzate sul BIM.

Gli obiettivi del seminario sono:

  • illustrare come stanno cambiando le professioni legate alle opere civili e infrastrutturali con riferimento alla UNI 11337 e alle direttive UE;
  • offrire una panoramica su metodi e strumenti del BIM;
  • presentare casi reali di applicazione del BIM in particolare per la conservazione delle opere, con particolare risalto alle tecniche di restituzione in BIM del cosiddetto as-built;
  • illustrare la connessione già in essere tra le certificazioni sul ruolo UNI 11337-7 e UNI 11648. I temi sono attuali e importanti per gli ingegneri che a vario titolo lavorano in ambito di contratti pubblici e privati e sono finalizzati a offrire spunti di riflessione e di approfondimento per la professione e per le imprese.

Scarica la locandina e iscriviti

Ospedale Galliera: Solibri Model Checker White Paper

Elisa Spallarossa – BIM Manager

Solibri Model Checker è uno degli strumenti essenziali per il controllo dei progetti e per la produzione di informazioni condivise a diversi livelli.” – Bim Manager Elisa Spallarossa

La ristrutturazione dello storico ospedale Galliera di Genova è in corso. Elisa Spallarossa, responsabile BIM per il progetto fino al giugno dello scorso anno, condivide le sue esperienze su come il BIM può fare la differenza, specialmente nella condivisione delle informazioni tra tutti gli stakeholder del progetto.

Scarica gratuitamente il white paper

Bonifica: il BIM per il Viadotto Illasi

L’arch. Loredana Giordani di Bonifica spa di Roma ci spiega i vantaggi che il BIM e Allplan Engineering abbia portato per la progettazione delle strutture, armature comprese, di un viadotto.

Controllo e modifica immediati, armature in 3D di forma complessa.

Guarda l’intervista

Tekla Structures in 5 minuti

Tekla Structures offre processi di modellazione 3D più veloci per le strutture in CA, dettagli più precisi, un migliore controllo delle modifiche e una produzione più rapida di disegni, oltre ai guadagni in termini di efficienza legati al flusso di lavoro.

  • Revisioni multi-disciplinari con lo strumento di Change Management per il confronto e la gestione di file IFC
  • Modellazione armature di nuova generazione con la flessibilità di creare e modificare le armature per geometrie irregolari
  • Modellazione algoritmica in tempo reale con il plugin per Rhino/Grasshopper e molto altro…

Guarda il video

2C Solution: il BIM tra architettura e impianti

A margine di uno degli User Day Harpaceas l’Ing. Francesco Civardi, titolare della 2C Solutions di Isernia (IS) ci parla della sua scelta di adottare il BIM da quasi un decennio, e dei vantaggi che la sua attività ha potuto testare nella pratica quotidiana. Una nota particolare sulla interoperabilità tra Allplan e DDS-CAD, due software BIM specifici rispettivamente per la progettazione architettonica e per quella impiantistica. L’ing. Civardi spiega come il flusso di lavoro consentito tra i due software sia una delle chiavi di successo della sua professione.

Guarda l’intervista

Effetto delle incertezze sulla valutazione probabilistica della vulnerabilità sismica di strutture esistenti

L’esigenza di disporre di affidabili modelli di valutazione della Vulnerabilità Sismica relativi agli edifici in c.a. esistenti è senz’altro un elemento di grande rilevanza nella Mitigazione del Rischio Sismico. Data la recente crescita esponenziale subita dalle risorse computazionali disponibili, negli ultimi decenni si sta assistendo allo sviluppo di nuove procedure per la valutazione della Vulnerabilità Sismica basate su metodologie di Analisi Dinamica Non Lineare.

Tale approccio permette di tenere in considerazione il reale del comportamento dinamico non lineare degli edifici e l’influenza della naturale variabilità delle azioni sismiche sulla risposta strutturale. Tuttavia, lo svolgimento delle analisi è necessariamente influenzato dalla procedura di modellazione la quale risulta a sua volta inevitabilmente affetta da varie forme di incertezza. Lo scopo il quale tale elaborato di tesi si pone di adempiere è pertanto quello di valutare in modo critico l’effetto di una classe di parametri incerti. Per tali si intende, ad esempio, le proprietà di resistenza dei materiali oppure altri parametri strutturali caratterizzanti la risposta dinamica attesa.

Tale argomentazione è stata attuata mediante opportuni strumenti volti a valutare la Fragilità Strutturale di un sistema mediante un approccio di tipo probabilistico.

Scarica l’articolo

Tesi di Laurea Magistrale di: ing. Luca Alota

Relatore: Prof. Federico Perotti

Anno Accademico 2017/2018