IFC4: le ultime novità

img pillolaNuovi passi da parte di BuildingSMART verso la diffusione e implementazione di IFC4.

Il 10 luglio 2015 BuildingSMART ha accettato come Final Standard la versione 1.0 dell’IFC4 Design Transfer View e di IFC4 Reference View

> IFC4 Design Transfer View e IFC4 Reference View

Giornata del Cliente Allplan – La nuova versione Allplan 2016

AllplanVideo2016Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento della Giornata del Cliente Allplan. Sarà l’occasione per tutti i nostri clienti di conoscere le novità della nuova versione Allplan 2016, presentate direttamente da tecnici della casa madre italiana.

Oltre alle novità della nuova versione del software la Giornata del Cliente Allplan sarà un appuntamento in cui i clienti saranno protagonisti. L’Architetto Pieralberto Fenini, di Lodi e il Geometra Emilio Niglis De Lutiis di Milano, utenti Allplan da diversi anni, presenteranno due progetti realizzati con Allplan e affrontati in modalità BIM.

> Guarda il video delle novità di Allplan 2016

> Iscriviti alla Giornata del Cliente Allplan

IL BIM per Expo Milano 2015, il padiglione degli Emirati Arabi Uniti

Foto-6

Il BIM è sicuramente stato la chiave di volta per affrontare, in poco tempo, la complessità di alcune delle strutture di Expo 2015.

Il padiglione degli Emirati Arabi Uniti è uno tra i più visitati, grazie alle linee architettoniche, frutto del lavoro dello studio inglese Foster + Partners. Il padiglione ha la sorprendente forma evocativa delle dune del deserto. Dietro a queste curve armoniose c’è una struttura, altrettanto sorprendente, mista di acciaio e cemento prefabbricato, per la quale il metodo BIM è stato indispensabile al fine delle corretta realizzazione. La Amsis Progetti di Adro (BS), su incarico della Stahlbau Pichler di Bolzano, si è occupata delle strutture.

Guarda il progetto!

Corso di formazione sulle “Potenzialità della modellazione numerica tridimensionale nell’Ingegneria Geotecnica”

20150630_100920

Lo scorso 30 giugno presso il Politecnico di Torino si è svolto il corso di formazione “Potenzialità della modellazione numerica tridimensionale nell’Ingegneria Geotecnica”.
Organizzato con il patrocinio (e l’erogazione di crediti formativi) dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Torino, in collaborazione con Harpaceas Srl e Resolving Srl, il corso ha rappresentato un avvenimento di notevole interesse rappresentando un efficace compendio tra teoria ed esempi di progettazione e modellazione geotecnica.

Grazie al gruppo di lavoro coordinato dal Prof. Marco Barla si è introdotta la modellazione numerica nell’Ingegneria Geotecnica, si sono descritte la caratterizzazione geologica e geotecnica per la determinazione dei parametri per le analisi numeriche e la modellazione costitutiva dei geo-materiali, proseguendo con la calibrazione del modello costitutivo Plastic Hardening Soil.

Adeguato spazio è stato anche dato al tema della modellazione grafica dei domini tridimensionali con intervento relativi alla creazione di un modello di calcolo, descrivendo le possibili strategie di meshing di domini complessi. Lo stesso aspetto è stato poi descritto successivamente nell’intervento mirato alla modellazione 3D di ammassi rocciosi fratturati.

Nella seconda parte si sono avvicendati una serie di interventi di alcuni tra i migliori professionisti italiani e svizzeri nel settore della Geotecnica che hanno dimostrato quanto sia efficace progettare in 3D con uno strumento di analisi numerica avanzata nell’ambito geotecnico.

Le tematiche investigate hanno riguardato un ampio spettro di problematiche: la simulazione di interventi di consolidamento di fondazione esistenti mediante l’utilizzo di micropali e diaframmi, l’analisi dei meccanismi di rottura di una diga ad arco; la modellazione numerica dell’interazione fluido-meccanica; la modellazione 3D dei fenomeni di risposta sismica locale; l’uso della TBM nel tunnel design; l’analisi di uno scavo di una galleria di grandi dimensioni in ambiente urbano mediante l’ausilio della tecnologia del congelamento artificiale del terreno.

Negli ultimi anni il progresso tecnologico delle piattaforme informatiche ha permesso il raggiungimento di nuove frontiere nel calcolo numerico avanzato. In pochi anni si è arrivati alla possibilità di gestire modelli anche molto grandi utilizzando semplici PC commerciali.

Nel campo geotecnico in particolare, questo ha permesso di modellare opere complesse, in cui la modellazione tridimensionale è risultata in molti casi decisiva per la corretta valutazione dei risultati.

Harpaceas è distributore da anni di una soluzione specialistica in questo ambito: la suite dei prodotti sviluppati dalla Società Itasca, con il pacchetto FLAC3D in particolare.

FLAC3D consente di affrontare problemi geotecnici avanzati quali analisi di tunnel, problemi di filtrazione, cedimenti in terreni soffici, fasi di scavo con paratie e strutture temporanee, sistemi dinamici dovuti a sisma, stabilità dei versanti, dighe, opere fluviali e infine simulare problemi accoppiati.

Come accade anche in altri ambiti Harpaceas non si limita ad una mera proposta commerciale. E’ essenziale unire agli aspetti operativi delle piattaforme software solidi argomenti teorici ed un’adeguata capacità critica di controllo e validazione dei modelli.

> Richiedi maggiori informazioni sulle potenzialità di FLAC 3D

ALLPLAN 2016: THE WAY BIM WORKS

Allplan 2016E’ arrivato Allplan 2016, la nuova versione del software di progettazione architettonica, da 30 anni leader di mercato.
Moltissime le novità introdotte, tra le quali il potentissimo motore di modellazione Parasolid di Siemens e il nuovo strumento di navigazione degli oggetti.
L’integrazione in Allplan Architecture 2016 del motore di modellazione Siemens Parasolid, leader a livello mondiale, offre agli utenti un’ampia libertà di progettazione e la massima precisione nella creazione e nella modifica di solidi 3D. Grazie alla maggiore precisione nel modello 3D, migliora anche la qualità della progettazione.
Il nuovo Object Navigator di Allplan 2016 garantisce una visualizzazione chiara e completa di tutti i componenti del modello di edificio, con uno specifico controllo della visibilità per gli elementi e per i gruppi di elementi, oltre a opzioni intuitive per modificare le informazioni selezionate relative ad ogni elemento. Il progettista ha quindi sempre a disposizione una visione d’insieme, particolarmente utile nel caso di edifici complessi.
– Massimo supporto con i progetti BIM
– Massima flessibilità nell’ambito della modellazione 3D
– Flussi di lavoro efficienti e intuitivi

Allplan 2016 è la soluzione ideale per i tuoi progetti. Il successo ha nuove dimensioni, il BIM è la tua lingua.

> Guarda in anteprima il filmato di Allplan 2016

E’ uscita la nuova versione Xfinest 2015!

XfineSt2015Harpaceas è lieta di presentarvi la nuova versione 2015 del solutore ad elementi finiti Xfinest. Anche quest’anno il software Xfinest è ricco di novità. Citiamo ad esempio gli sviluppi relativi all’ottimizzazione dei tempi di lavoro. Negli anni scorsi gli sviluppatori hanno ridotto notevolmente i tempi di calcolo grazie all’utilizzo del multi-processore e della tecnologia a 64 bit. Ora, questo sviluppo procede, grazie allo sfruttamento del multi-processore anche in fase di stress recovery, cioè di recupero dei risultati e scrittura dei file di output. Da test effettuati su modelli ad un numero crescente di elementi (da 1000 a 20000) su analisi statiche e dinamiche, si è osservata una riduzione con punte del 15% in termini di tempo.
Vi auguriamo, quindi, un buon lavoro con Xfinest 2015!

> Richiedi maggiori informazioni su Xfinest 2015

Aspetti progettuali e costruttivi di edifici alti con Midas Gen: Torre Allianz “Isozaki” – CityLife, Milano

IsozakiAutori: Franco Mola, Elena Mola, Georgios Stefopoulos, Laura Maria Pellegrini (Studio ECSD Engineering di Milano)

Scritto a quattro mani dal prestigioso studio ECSD Engineering di Milano, questo articolo offre una panoramica completa e approfondita sulla progettazione strutturale di edifici alti.

Generalità
La Torre Allianz è un edificio di grande altezza, costituente uno dei componenti caratterizzanti la fisionomia architettonica del complesso Citylife di cui è fattore primario nella definizione del nuovo scenario paesaggistico della città. La Torre Allianz, progettata dall’architetto A. Isozaki, insieme alle altre due torri progettate dagli architetti Z. Hadid e D. Libeskind, forma il cosiddetto nucleo “Tre Torri”, centro generatore dell’intero complesso edilizio-urbanistico Citylife, la cui presenza nel futuro scenario della città di Milano è già stata intuita nella sua completa, determinante funzione, sì da assegnare la denominazione di “Tre Torri” alla fermata della Linea 5 della Metropolitana, dedicata al servizio del complesso. Le tre torri hanno altezza rispettiva di 202,2 m (Isozaki), 170 m (Hadid) e circa 160 m (Libeskind), cosicché la prima si pone quale edificio di maggiore altezza in Milano e condivide la caratteristica di edificio di maggiore altezza dell’intero Paese con la Torre Nuovi Uffici della Regione Piemonte in Torino, la cui altezza è pari a 207 m. Il progetto generale del complesso Citylife si estende su una superficie di 366.000 m2 e comprende, oltre alle tre torri, edifici di edilizia residenziale e commerciale. Le prime due torri ospiteranno gli uffici delle società di assicurazioni Allianz S.p.A e Generali S.p.A, mentre per la terza è previsto un utilizzo misto, uffici, albergo, abitazioni. Allo stato attuale la torre Allianz è completamente terminata, la Torre Hadid è in fase di costruzione e la Torre Libeskind è in fase di progettazione. Continua… 

ModeSt Model Competition

ModeStModelCompetitionGrande successo di partecipazione il 18 Giugno scorso, per la Giornata del Cliente ModeSt 2015, l’annuale appuntamento organizzato da Harpaceas, per tutti i clienti italiani del software ModeSt. Durante l’incontro sono state illustrate tutte le novità del software, direttamente dallo staff di Tecnisoft, software house produttrice di ModeSt. Novità di quest’anno il 1° ModeSt Model Competition. Per la prima volta molti clienti hanno preso parte al contest che intende premiare i migliori modelli realizzati con l’utilizzo di ModeSt.
> Guarda tutti i vincitori del concorso e le interessanti strutture elaborate e analizzate con ModeSt.

Condivisione e Contenuti per Tekla Structures

TeklaWhouse e ModelSharingCon la nuova versione Tekla Structures 21 sono stati introdotti due nuovi servizi: Tekla Warehouse e Tekla Model Sharing.

Tekla Warehouse è il servizio per la collaborazione, memorizzazione e condivisione di risorse Tekla Structures. Consente l’accesso centralizzato ad un vasto catalogo risorse ufficiali Tekla, organizzato in collezioni, con la possibilità di inserirli nei propri modelli Tekla Structures.
Con Tekla Warehouse è possibile:

  • Pubblicare le risorse online.
  • Utilizzare la rete dell’azienda o un servizio commerciale di memorizzazione e di sincronizzazione file per condividere il catalogo risorse.
  • Salvare le risorse localmente per l’uso privato.

Tekla Model Sharing consente la modellazione collaborativa globale efficiente all’interno di un modello Tekla Structures, permettendo agli utenti di lavorare con lo stesso modello nello stesso momento in luoghi e fusi orari diversi. Ad esempio, un team di utenti Tekla Model Sharing può lavorare a New York, uno a Londra e uno a Singapore.
Con Tekla Model Sharing è possibile

  • Invitare altri utenti ai propri modelli condivisi
  • Partecipare ai modelli condivisi di un’altra persona
  • Condividere le modifiche al modello

> Scopri queste nuove importanti opportunità

Aconex: project collaboration e BIM

AconexLa piattaforma cloud numero 1, connette i team dei più grandi progetti mondiali.
Aconex è la piattaforma collaborativa on-line per progetti di edilizia, infrastrutture, energia e materie prime più utilizzata al mondo. E’ stato utilizzato per gestire progetti per un valore di 800 miliardi di dollari in 70 paesi.
Aconex consente a proprietari, contraenti, direzione dei lavori, EPC, project manager e consulenti di collaborare in tutta sicurezza, in modo efficiente e agevole.
Recentemente disponibile anche nel portfolio prodotti di Harpaceas, grazie alla recente partnership con la nostra azienda e con in2it, i nostri partner nell’implementazione del BIM.
La piattaforma, prodotta dalla omonima software house australiana, è anche Connected BIM, per la condivisione, la visualizzazione, il coordinamento, la revisione, direttamente da un browser web dei modelli condivisi in formato IFC. I vantaggi della collaborazione BIM sono molti, tra cui una serie completa di informazioni collegate sulla consegna e una verifica di tutte le decisioni, senza l’onere di un software specializzato.

> Scopri tutti i vantaggi di Aconex, la soluzione cloud per tutto il progetto.