Webinar – La gestione delle informazioni del modello BIM con dRofus. Caso studio: la Scuola Primaria e dell’Infanzia G. Rodari a Firenze

martedì 2 marzo, dalle ore 16.30

Come impostare il database dei requisiti del committente e collegarlo ai modelli BIM?

Come mantenere sincronizzati e aggiornati database+modello BIM lungo tutto il processo fino al termine della costruzione e durante il ciclo di vita utile dell’opera?

In questo webinar vedremo come rispondere a queste domande grazie a soluzioni come dRofus.

Grazie alle sue caratteristiche e alla capacità di gestire grandi moli di informazioni, dRofus  è la soluzione ideale nelle fasi di impostazione (requisiti, specifiche), creazione (Design, Construction) e gestione dell’Asset Information Model e ‘Digital Twin’.

Ciò lo rende particolarmente indicato per strutture complesse come aeroporti, ospedali, terziario, commerciale e GDO, edifici a carattere culturale e destinati all’istruzione (scuole, università) ecc..

Nell’ottica di digitalizzare il mondo delle costruzioni, dRofus è uno strumento essenziale per i progetti BIM: consolida set di dati eterogenei e li converte in informazioni di progetto accessibili a tutti i soggetti coinvolti nel processo.

 

Parte 1. La gestione degli Asset con dRofus (a cura dell’Arch. Paolo BertiniDivision Manager Digital & BIM Project, Construction and Asset Management – Harpaceas; e dell’Arch. Paola Bronzo – Supporto Tecnico Divisione BIM Architettonico e Model Checking – Harpaceas)

Parte 2. Applicazioni FM-BIM attraverso dRofus per gestione di asset immobiliari nel caso studio della scuola primaria e dell’infanzia G. Rodari a Firenze (a cura dell’Ing. Vincenzo Donato – BIM Manager Hydea S.p.A. e Docente Master BIM all’ Università di Firenze, e dell’Ing. Andrea Bongini – Dipartimento di Architettura- Laboratorio LBIM dell’Università di Firenze).

Vincenzo Donato è Ingegnere Edile e Dottore di Ricerca ICAR/17. Attualmente è BIM Manager per Hydea S.p.A ed è incaricato come docente presso il Master di II Livello “BIM per la gestione di processi progettuali collaborativi in edifici nuovi ed esistenti” dell’Università di Firenze.

Andrea Bongini si è laureato nel 2020 in Ingegneria Edile presso l’Università di Firenze. È borsista di ricerca presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze e collabora con il Laboratorio LBIM (Laboratorio Building Information Modeling).

Il contributo presenta i risultati di una ricerca in corso volta a dimostrare le potenzialità ed i limiti dell’applicazione della metodologia BIM in ambito di Facility Management per la gestione degli edifici esistenti. La modellazione BIM del presente caso studio ha previsto la restituzione delle componenti architettoniche, strutturali ed impiantistiche (relativamente a soli apparecchi terminali) sulla base dei dati di rilievo. In parallelo all’attività di restituzione è stata condotta un’attività di anagrafica tecnica che ha permesso di ricavare i dati necessari a popolare il database informativo. La gestione dei dati infine è avvenuta attraverso l’utilizzo del software BIM dRofus, il quale ha permesso di strutturare i dati per il facility management.

 

Argomenti

  • Asset Information Model Management
  • dRofus per la gestione e sincronizzazione delle informazioni di vani, items e componenti impiantistici
  • Caso studio

ISCRIVITI AL WEBINAR

Mappa non disponibile

Data / Ora
Data - 02 Marzo 2021
16:30 - 17:30