Il modello collaborativo nel BIM Infrastrutturale

In ambito infrastrutturale, il progettista “BIM oriented” dimostra la sua maggiore efficienza rispetto a chi lavora ancora con software “tradizionali”. Uno dei principali vantaggi è la facilità di dialogo e interscambio di informazioni con i molteplici strumenti legati alla progettazione infrastrutturale e al territorio.
A chi lavora in modalità BIM, la possibilità di trasmettere velocemente il contenuto del progetto permette di fornire ai propri referenti tutte le informazioni necessarie per la prosecuzione dell’iter progettuale. Il modello tridimensionale contiene svariate informazioni, da quelle più semplici, riguardanti le caratteristiche geometriche, a quelle più complesse, legate a materiale, aspetto, caratteristiche tecniche.
Nel caso di opere infrastrutturali risulta particolarmente efficace l’utilizzo di un modello collaborativo con possibilità di centralizzare e integrare la base dati su un BIM Server, accessibile da diversi utenti anche da servizi web dedicati.
Scopri come condividere le modellazioni BIM in ambito infrastrutturale per una continua collaborazione tra progettisti, appaltatori e committenti con Trimble Quadri.

Guarda il video

Argomenti trattati:

  • Inquadramento sul BIM
  • Introduzione al BIM Infrastrutturale
  • Il ciclo vita di un’opera infrastrutturale: civil continuum
  • Interoperabilità inter- e intra-disciplinare: formati di scambio
  • Il modello collaborativo: caratteristiche, scopi, condivisione modifiche
  • Collaborazione e comunicazione con il modello su server