Articoli

BIM: il 62,2% delle società di ingegneria ha dedicato risorse al tema della digitalizzazione

Secondo una recente analisi fatta all’interno dell’associazione OICE, sono più del 60% (precisamente il 62,2%) le aziende che hanno dedicato le loro risorse al tema della digitalizzazione. In special modo è il tema del BIM (Building Information Modelling) quello che attira più attenzione da parte di esse, le quali muovono anche fette non irrilevanti di investimenti pur essendo in un momento di congiuntura economica non felice. Le diverse società stanno quindi rispondendo in modo positivo alle indirette sollecitazioni dell’OICE che organizza da due anni a questa parte in collaborazione con le più rilevanti software house del settore edilizio eventi e forum, internazionali e regionali, con lo scopo di far conoscere la cultura dell’innovazione e delle nuove tecnologie alle organizzazioni di ingegneria e architettura.

Chi ha abbracciato il BIM sono le imprese di più grandi dimensioni: precisamente, sono ben l’82% le aziende con più di 50 addetti che hanno investito in BIM, mentre sono il 60% quelle che contengono all’interno di esse meno di 50 addetti. Le risorse destinate al BIM si divide tra investimenti in formazione, decisamente i più alti, investimenti in software e investimenti in hardware, quelli più bassi. Gli investimenti in formazione hanno interessato il 60% delle aziende con all’interno più di 50 collaboratori e il 52,5% quelle con meno di 50 collaboratori, mentre gli investimenti in software hanno interessato il 41% delle imprese a prescindere dalla loro dimensione.

Quali sono stati i primi riscontri rispetto a tali investimenti? Il 22% delle imprese ha confermato un elevato grado di soddisfazione sull’utilità e sull’efficacia derivata dagli investimenti in BIM; il 57,8% ha invece dichiarato un sufficiente grado di soddisfazione, mentre sono solo il 16,7% le aziende rimaste deluse.

In tutto ciò, rimane quel poco più del 30% delle aziende che ancora non ha beneficiato degli investimenti in BIM, e sono le imprese di più di piccola dimensione.